Il progetto, è rivolto a ragazzi maggiorenni con disabilità lieve, stabilmente inseriti nel mondo del lavoro. Il progetto mira ad arricchire e accrescere l'adattamento alla realtà quotidiana e la condivisione della sfera sociale del territorio di appartenenza e non, nell'ottica di una migliore qualità della vita in tutti i suoi aspetti. Ciò è possibile attraverso la condivisione delle proprie esperienze all'interno di un gruppo in cui gli incontri consistono in momenti di confronto/ascolto dai quali può emergere l'opportunità di ampliare le proprie abilità e conoscenze anche attraverso il counseling individuale e di gruppo. I ragazzi acquisiscono così la certezza di trovare un luogo dove sentirsi liberi di esprimersi e di dar voce alle proprie emozioni.

AttivaMente "si fa forte" anche delle precedenti esperienze, che hanno fatto si che il gruppo si percepisca sempre di più come cittadinanza attiva, sperimentandosi in contesti sempre diversi e nuovi, fuori dell'iter quotidiano casa-famiglia-lavoro. Proprio per questi motivi AttivaMente ogni anno ha sviluppato un progetto documentaristico-culturale realizzando cortometraggi e medio metraggi.

 

Obiettivi e finalità:

  • Fornire strumenti per gestire in autonomia nuove esperienze in contesti allargati e insoliti rispetto al quotidiano.
  •  Ascolto
  • Sviluppare il senso della collaborazione e della condivisione dei propri interessi, ma anche delle proprie difficoltà.
  • Sviluppare la capacità di riflessione sul proprio vissuto e sulle proprie modalità sociali
  • Potenziare le capacità di organizzare e strutturare il proprio tempo libero
  • Allargare la rete sociale

 

Le attività mirano ad individuare, sulla base dei bisogni e delle esigenze dei ragazzi: uscite sul territorio, per saper strutturare in modo autonomo il proprio tempo libero; incontri di conoscenza, attraverso il coinvolgimento con altri gruppi delle cooperative del circondario e con realtà territoriali di loro interesse (ad es compagnie teatrali per la realizzazione di un piccolo percorso di avvicinamento al teatro) , per conoscere nuove persone e per condividere insieme agli altri nuove esperienze di vita quotidiana; uscite giornaliere in contesti più allargati come grandi città, musei e  luoghi di interesse,  per potenziare la gestione in contesti insoliti per i ragazzi; conoscenza del  territorio, attraverso percorsi tematici  come cittadini attivi, restituendo le proprie esperienze filmandole e documentandole con le loro riflessioni. Il progetto è promosso dal CAE, Centro di Accoglienza di Empoli.

 

Il progetto prevede l'impiego di un educatore, un volontario, e di figure tecniche esterne in funzione della necessità o dei progetti che si intendono portare avanti in un anno. Gli incontri hanno luogo presso la sede del centro di accoglienza di Empoli ed hanno cadenza settimanale, per due ore serali.

 
Coordinatore

Sig. Giampiero Iorio
Tel. 0571/982201
Cell. 342/7076286